OTTIMIZZAZIONE DEL PROTOCOLLO DI ROUTING VRP PER RETI AD-HOC

You are viewing the theme
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Un anno fa venne presentato un nuovo algoritmo di routing per reti ad-hoc wireless, il Virtual Routing Protocol (VRP).Questo protocollo implementa una serie di funzionalità che garantiscono un’alta affidabilità, intesa come capacità di fornire quasi il 100% nel tasso di consegna dei pacchetti. Il protocollo è basato su una struttura virtuale, indipendente dalla topologia fisica della rete, dove le unità mobili sono connesse da link virtuali e sono responsabili di mantenere aggiornate le rotte ai loro vicini nella struttura virtuale. Le rotte tra coppie di unità mobili vengono stabilite attraverso la traduzione di path virtuali, ricavati dalla struttura virtuale, in path fisici sulla reale topologia della rete. Le traduzioni di rotta, da virtuale a fisica, avvengono con scambi di messaggi unicast attraverso i path virtuali e l’uso di messaggi in flooding è limitato solo a casi di emergenza.Questa tesi raccoglie una serie di ottimizzazioni al protocollo originario e introduce nuove strutture virtuali. Nei vari capitoli verrà presentato lo scenario in cui opera il VRP, verrà illustrato il funzionamento dell’algoritmo di routing e verranno analizzate le nuove caratteristiche implementate per garantire una maggiore affidabilità del protocollo. Lo sviluppo, il testing e l’analisi dei risultati sono stati effettuati con il simulatore OPNET Modeler.