TEORIA DELLA COMUNICAZIONE CELLULARE

You are viewing the theme
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Si indicano con il nome di telefonia cellulare i sistemi radiomobili terrestri, in grado di consentire telefonia, segnalazioni e trasmissione dati utilizzando apparecchiature portatili ed autoalimentate che ricevono e trasmettono segnali elettrici mediante onde elettromagnetiche.
Chi utilizza tale apparecchiatura è libero di muoversi ovunque e può collegarsi con un utente della rete telefonica generale o con un altro utente dotato di portatile.
Tipico esempio di apparecchio radiomobile terrestre divenuto un autentico fenomeno di massa è il telefono cellulare, noto soprattutto col nomignolo telefonino.
L’affermarsi di queste apparecchiature ha determinato profondi cambiamenti nella gestione di numerose attività: un vantaggio evidentissimo è l’immediata reperibilità dell’utente gestore del portatile. Si pensi ad un medico, ai titolari di imprese, a uomini d’affari o viaggiatori con cui si desidera urgentemente comunicare.
Anche per persone senza particolari responsabilità professionali il portatile può rappresentare uno strumento importante e decisivo: si pensi alle telefonate di emergenza in caso di necessità (auto in panne, segnalazioni tempestive di incidenti, incendi, calamità, ecc.).