TEORIA DELL’INFORMAZIONE

You are viewing the theme
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Rumore-Distorsione-codici

Trasmettere un messaggio equivale ad inviare delle informazioni relative ad un determinato evento.
La quantità di informazione associata ad un messaggio è legata al grado di incertezza sulla conoscenza del messaggio stesso e non al suo contenuto concettuale. In altre parole, da un punto di vista fisico il contenuto informativo di un messaggio prescinde dal fatto che esso sia vero o falso, giusto o sbagliato ma dipende soltanto dal numero di simboli necessari per descriverlo. Ad esempio, se desidera trasmettere un messaggio che indichi se una stanza è illuminata oppure se è buia, sarà sufficiente inviare solo due simboli; uno per indicare che c’è luce nella stanza, l’altro per indicare che la stanza è buia. In questo caso la trasmissione può essere realizzata mediante l’invio di un segnale elettrico nel quale i due simboli sono associati a due diversi valori di tensione o a due diversi valori di frequenza. Il ricevitore, che conosce il significato dei simboli, decodifica il segnale elettrico e interpreta i relativi valori come “luce nella stanza” oppure “buio nella stanza”. L’esempio in esame si riferisce al caso più generale di messaggi discreti, cioè di quei messaggi che sono costituiti da un numero finito di messaggi elementari o simboli come “luce nella stanza” oppure “buio nella stanza”. L’insieme di tutti i possibili simboli necessari per costruire un generico messaggio viene definito alfabeto.