STUDIO SPERIMENTALE DELLE PRESTAZIONI E DELLE INSTABILITA FLUIDODINAMICHE DI CAVITAZIONE SU UN PROTOTIPO DELL INDUTTORE DELLA TURBOPOMPA LOX DEL MOTORE VINCI

You are viewing the theme
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Dopo una prima parte dedicata al richiamo delle grandezze di comune utilizzo nella caratterizzazione delle pompe (capitolo 2) e la descrizione del circuito di prova utilizzato nella sperimentazione e del sistema di acquisizione dati (capitolo 3), vengono brevemente riportate le definizioni dei principali strumenti, perlopiù di estrazione statistica, utili per l’analisi del segnale rilevato dai trasduttori, trattato e memorizzato dagli altri componenti del sistema di acquisizione dati (capitolo 4). Nel capitolo 5 vengono riportati i risultati e le metodologie utilizzate nella caratterizzazione delle prestazioni in regime non cavitante del FAST2. I grafici sperimentali ottenuti vengono, come già accennato, confrontati con curve derivanti da semplici modelli analitici. Il capitolo 6 riporta invece le prove atte alla determinazione delle prestazioni in regime cavitante, mentre nel capitolo 7 si riporta l’indagine sulle instabilità fluidodinamiche e le problematiche ad esse collegate. L’ultimo capitolo, infine, riporta l’attività svolta per riconfigurare materialmente il circuito di prova nella versione atta alla determinazione delle forze rotodinamiche ed i possibili passi successivi per dare una continuità ed uno sviluppo all’attività sperimentale condotta nell’ambito di questo lavoro di tesi e più in generale nell’ambito del laboratorio di cavitazione di Centrospazio. (Si veda anche la voce "abstract")