NUOVE METODOLOGIE PER L ANALISI E VISUALIZZAZIONE DI FIBRE NERVOSE PARTENDO DA IMMAGINI DI DIFFUSIONE CON RISONANZA MAGNETICA

You are viewing the theme
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Con il termine MRI (Magnetic Resonance Imaging) si indicano tutte le tecniche di imaging non invasive ottenute mediante esami NMR (Nuclear Magnetic Resonance). Le tecniche MRI, a partire dalle prime applicazioni cliniche risalenti agli anni ’80, hanno cambiato in modo radicale la diagnostica neuro-radiologica e rappresentano un metodo alternativo e complementare alla TAC (Tomografia Assiale Computerizzata) per lo studio del sistema nervoso centrale e spinale. I vantaggi delle tecniche MRI rispetto a quelle di imaging tradizionale riguardano l’utilizzo di radiazioni non ionizzanti, la multi-planarità e la multi-parametricità. La multi-planarità, ottenuta mediante l’applicazione combinata di gradienti di campo magnetico lungo differenti direzioni, fa sì che si possano ottenere immagini di sezioni relative ad ogni singolo piano dello spazio. La multi-parametricità è legata ad una caratteristica intrinseca delle metodiche NMR (Cap. 1,