TEORIA DEGLI ERRORI

You are viewing the theme
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


In questo lavoro vengono esposti alcuni concetti che stanno alla base della teoria classica della misura e, facendo ricorso a delle esemplificazioni didattiche, si affrontano i principali metodi di trattamento dei dati sperimentali.


L’intendimento è quello di fornire a studenti della scuola superiore i primi elementi per un corretto approccio alla stima delle misure e delle relative incertezze e quindi favorire l’acquisizione di quei criteri che permettono di valutare la quantità e la qualità delle informazioni deducibili da un qualunque esperimento scientifico. La materia è sviluppata prevalentemente in modo informale per cui le conoscenze matematiche richieste risultano abbastanza elementari (la funzione esponenziale pur presente, non viene usata nelle dimostrazioni e non viene utilizzato il calcolo differenziale).


In particolare si tratta:




  • Capitolo 1

    • Grandezze fisiche e loro definizione operativa
    • Metodo di misura diretto e indiretto
    • Strumenti e loro caratteristiche
    • Tipi di errore

  • Capitolo 2

    • Errori massimi
    • Propagazione degli errori massimi

  • Capitolo 3

    • Errori casuali: giustificazione della media
    • Scarti
    • Frequenza e distribuzione degli scarti
    • Funzione di Gauss

  • Capitolo 4

    • Stima dello scarto quadratico medio

  • Capitolo 5

    • Analisi dei dati sperimentali (I)
    • Analisi dei dati (II)

  • Capitolo 6

    • Propagazione degli errori statistici

  • Capitolo 7

    • Metodo dei minimi quadrati
    • Coefficiente di correlazione lineare
    • Esempi

  • Capitolo 8

    • Cifre significative
    • Media pesata

La dispensa è composta di 70 pagine.