GUIDA AL MONTAGGIO DI UN CAVO DI RETE UTP RJ4

You are viewing the theme
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Guida al montaggio di un cavo di rete UTP RJ45 CAT5 Diretto o Incrociato (Crossover) secondo le specifiche EIA568A e B.


(Reindirizzamento da Cavo cross)


Il cavo ethernet incrociato (detto anche cavo cross o crossover dal suo nome inglese) è un tipo cavo ethernet Base-T a fili intrecciati (come i cavi UTP o simili) con ad ognuna delle due estremità un connettore RJ-45 a 8 poli, come in un normale cavo ethernet dritto, ma a differenza di questo i fili all’interno del cavo non sono tali da collegare ciascun pin di un connettore con il corrispondente pin dell’altro connettore.


I fili sono invece incrociati, in modo che il filo di trasmissione di un’estremità del cavo diventi il filo di ricezione dell’altra estremità, come indicato nello schema seguente:





















Schema di cablaggio secondo lo Standard EIA/TIA T568B.
Nel connettore 1 in corrispondenza del filo Bianco/Verde si fa corrispondere il filo Bianco/Arancio del connettore 2.
Nel connettore 1 in corrispondenza del filo Verde si fa corrispondere il filo Arancio del connettore 2.
Nel connettore 1 in corrispondenza del filo Bianco/Arancio si fa corrispondere il filo Bianco/Verde del connettore 2.
Nel connettore 1 in corrispondenza del filo Blu si fa corrispondere il filo Blu del connettore 2.
Nel connettore 1 in corrispondenza del filo Bianco/Blu si fa corrispondere il filo Bianco/Blu del connettore 2.
Nel connettore 1 in corrispondenza del filo Arancio si fa corrispondere il filo Verde del connettore 2.
Nel connettore 1 in corrispondenza del filo Bianco/Marrone si fa corrispondere il filo Bianco/Marrone del connettore 2.
Nel connettore 1 in corrispondenza del filo Marrone si fa corrispondere il filo Marrone del connettore 2.


Nota bene: se i colori del cavo sono diversi basta mantenere le corrispondenze giuste.

Nelle reti Ethernet Base-T questo tipo di cavo è utilizzato per collegare direttamente tra di loro due dispositivi di rete dello stesso tipo (ad esempio due PC, due hub). Nel caso di reti Ethernet che usano cavi coassiali il concetto di cavo incrociato non esiste.


La velocità del cavo incrociato è identica a quello diritto: 10, 100 o 1000 megabit/sec a seconda dello standard utilizzato.



Connettori RJ 45

Connettori RJ 45

Nella configurazione tradizionale di una rete locale Ethernet i cavi non vanno da un computer ad un altro bensì da ogni computer parte un cavo che va ad un punto in comune, in una configurazione chiamata a stella, e in questo punto è presente un dispositivo (come ad esempio un hub, o uno switch).


Quando si utilizza questo metodo di connessione occorre utilizare un cavo ethernet dritto (in inglese patch cable) e l’hub o lo switch si prendono carico di effettuare i collegamenti opportuni. Quando invece si collegano direttamente due computer (o due dispositivi della stessa classe) con un unico cavo, deve essere il cavo stesso ad ottenere le necessarie inversioni dei fili.


Diverso il caso di collegamento ad un router: il router è considerato come un pc e si comporta nella stessa maniera per quanto riguarda i collegamenti, quindi un router va collegato a un pc con un cavo cross, mentre va usato un cavo dritto per collegarlo a uno switch.


Dal momento che i cavi incrociati appaiono all’esterno del tutto identici a quelli dritti è buona prassi differenziare i cavi incrociati con un colore differente da quelli utilizzati per i cavi dritti. Il colore normalmente utilizzato per distinguere i cavi incrociati è il rosso.


È preferibile che tutto l’involucro esterno del cavo sia colorato di tale colore. In mancanza si può ricorrere, per segnalare che il cavo è incrociato, a degli anellini rossi da collocare in prossimità dei connettori. In mancanza di questi è comunque preferibile poter disporre di qualche segno (come delle etichette adesive) per poter riconoscere i cavi incrociati. Un altro metodo spesso utilizzato è di scrivere la parola cross o crossed tra i dati tecnici stampati sul cavo stesso.


Il cavo incrociato è ottenibile da un normale cavo UTP Cat.5 o similari invertendo l’ordine delle coppie di trasmissione e di ricezione (Arancio e verde) ad uno dei due connettori. Il costo indicativo di una patch da 3 m è intorno ai 4 euro. La lunghezza massima di un cavo UTP, STP o FTP per una connessione 10Base-T o 100Base-T è di 100 metri. Per convenzione, in un cablaggio strutturato, tale lunghezza di posa dovrà essere di 90 m (più le due Patch di lunghezza massima di 5m caduna.